Castaldo-Ferrara, crimini guerra russi non restino impuniti

'Bene estensione mandato Eurojust'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 19 MAG - "I crimini di guerra perpetrati dall'esercito russo a Bucha, Mariupol, Irpin e Borodyanka, per citare gli esempi più noti e crudeli, non devono restare impuniti. Vanno dunque nella giusta direzione le modifiche al mandato di Eurojust, votate oggi dal Parlamento europeo, e siamo certi che possano contribuire a ristabilire verità e giustizia.

Il monitoraggio Onu sulla guerra in Ucraina ha riportato numerosi esempi di crimini di guerra: dall'uso di munizioni a grappolo alle esecuzioni sommarie, dall'attacco agli ospedali agli stupri." lo dichiarono gli europarlamentari del Movimento 5 Stelle Fabio Massimo Castaldo e Laura Ferrara.

"Il nuovo mandato di Eurojust potrà contribuire in modo efficace a raccogliere, preservare e analizzare le prove relative al genocidio, ai crimini di guerra e contro l'umanità e a tutti i reati commessi sul suolo ucraino così da metterle a disposizione delle autorità giudiziarie competenti, nazionali o internazionali. Già lo scorso 11 marzo, in una lettera indirizzata alla Presidente della Commissione Ursula Von der Leyen e all'Alto Rappresentante Josep Borrell, avevamo messo l'accento sulla necessità di ribadire il sostegno dell'Unione europea e degli Stati membri alla giustizia penale internazionale e alla Corte penale internazionale dell'Aia con strumenti legislativi idonei. Siamo convinti che il lavoro del nuovo procuratore Karim A. A. Khan debba essere agevolato in tutti i modi perché le regole del diritto internazionale sono precondizione di un futuro di pace e prosperità", concludono (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: