Gozi, serve fondo comune per mutualizzare costi energetici

'Sia iniziativa come dopo Brexit. E transizione ecologica resta'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 18 MAG - "E' chiaro che nell'immediato c'è un costo energetico elevatissimo, che aumenteranno perché le sanzioni aumenteranno. Nell'immediato dovremo fare anche oltre quello che la Commissione europea sta proponendo e cioè dobbiamo creare un nuovo fondo di mutualizzazione dei costi energetici e economici derivanti dal conflitto". Lo ha detto l'europarlamentare di Renew Europe, Sandro Gozi, ospite del Forum ANSA.

"Dobbiamo fare in grande quello che abbiamo fatto più in piccolo quando il Regno Unito ha lasciato l'Ue. Allora ci sono stati dei settori industriali che sono stati colpiti più di altri dal fatto che hanno perso un mercato di 60 milioni di abitanti e abbiamo creato un fondo Brexit. Credo dobbiamo fare la stessa cosa ed è la proposta che sta portando avanti Renew Europe", ha aggiunto Gozi. "Poi c'è il tema della transizione ecologica, che rimane. E' evidente che nell'immediato saremo costretto a usare più carbone e nucleare però la scelta della transizione resta ed è un elemento che ci permette di avere un'autonomia energetica. E questa è una grande questione geopolitica: tedeschi e italiani sono stati troppo dipendenti dalla Russia", ha concluso (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: