Caccia: Evi (Verdi), Cingolani burattino dei cacciatori

'Vuole stravolgere date di inizio migrazione uccelli selvatici'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 17 MAG - "Non passa giorno senza che Cingolani faccia parlare di sé, ma sempre in negativo. La lettera che ha scritto al Commissario europeo per l'Ambiente Sinkevičius, chiedendo di stravolgere il processo scientifico di individuazione delle date di inizio migrazione e inizio della fase di riproduzione degli uccelli selvatici, è veramente scandalosa". Così in una nota l'eurodeputata dei Verdi Eleonora Evi.

"Queste date sono fondamentali per determinare il periodo di caccia, visto il divieto tassativo di attività venatoria in determinate fasi, per l'individuazione delle quali è stato condotto un lungo lavoro a Bruxelles, che ha visto impegnato lo stesso Ministero della Transizione ecologica. Chiedere ora di sconfessare questi dati rende evidente che Cingolani abbia ceduto alle pressioni dei cacciatori, finalizzate ad estendere i periodi di caccia", prosegue Evi.

"Tutto questo accade a poche settimane dall'inserimento della tutela della biodiversità tra i principi fondamentali della nostra Costituzione, senza dimenticare un'altra recente uscita del Ministro, con la quale ha autorizzato la caccia alla tortora selvatica, specie che, invece, si chiede da più parti di tutelare", spiega la nota. "Ancora una volta Cingolani si conferma del tutto inadeguato a ricoprire il suo ruolo, manifestando una totale subordinazione non solo alle lobby del gas e dell'energia, ma anche a quelle della caccia. Una volta di più ribadiamo la necessità delle sue immediate dimissioni", conclude Evi. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: