Pnrr: Uil Trasporti, superare gli affidamenti 'in house'

Convegno a Treviso, al centro impatto sull'ambiente

Redazione ANSA TREVISO
(ANSA) - TREVISO, 04 MAR - Nell'ottica di dotare il Paese di impianti tecnologici e di iniziative di sostegno per l'economia circolare i 2,1 miliardi complessivi messi a disposizione nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) non sono molti, ma occorre capire a quale modello si voglia tendere. E' il tema di fondo affrontato a Treviso, nel corso di un convegno organizzato dalla segreteria nazionale della Uil Trasporti e al quale hanno partecipato tra gli altri il sindaco di Treviso e presidente di Anci Veneto, Mario Conte, il parlamentare Pd Nicola Pellicani, e i vertici delle principali aziende impegnate nel campo dei servizi ambientali.

Fra i punti critici indicati vi è l'art. 6 del "Decreto concorrenza" con cui si intendono superare gli affidamenti "in house" da parte delle aziende del comparto. "Questa non è la strada giusta - ha rilevato Claudio Tarlazzi, segretario nazionale Uil Trasporti - perché il Paese si deve dotare di un sistema che funzioni attraverso una maggiore industrializzazione e con aggregazioni di imprese in grado di generare economie di scala. Introdurre gare a prescindere senza darsi obiettivi di alto profilo - ha aggiunto - non è coerente con tutto ciò".

Un altro argomento sollevato è la dicotomia che si osserva tra quanto avviene al Nord rispetto alla parte centro-meridionale dell'Italia, dove è stato sostenuto che il conflitto di competenze tra Stato e Regioni non ha finora consentito la realizzazione di impianti di trattamento dei rifiuti, i quali perciò prendono la strada di termovalorizzatori situati in altre aree. Infine, ha concluso Tarlazzi, "siamo alle prese con un rinnovo del Contratto nazionale che non riusciamo a raggiungere per la ritrosia delle parti datoriali e abbiamo per questo chiesto all'Anci, essendo i Comuni in genere i soci di riferimento delle aziende di servizi, di darci una mano in tal senso". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: