Ulissefest, la festa del viaggio dedicata ad Ascoltare la Terra

Dal 15 al 17 luglio 2022 a Pesaro

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 08 APR - Ascoltare la Terra, saper cogliere i segnali che ci trasmette, imparare a conoscerla, rispettarla, amarla, essere consapevoli dell'impatto e del valore che ha su di essa ogni nostro viaggio. Sarà questo il tema conduttore della V edizione del Lonely Planet Ulissefest - La festa del viaggio (www.ulissefest.it) che si svolgerà dal 15 al 17 luglio a Pesaro, nominata Capitale italiana della cultura 2024.
    Primo festival al mondo dedicato al viaggio, firmato da Lonely Planet, è organizzato da Edt che da oltre di 30 anni è partner per l'Italia della casa editrice delle celebri guide di viaggio fondata da Tony e Maureen Wheeler. Opere dell'uomo e natura creano un mondo fantastico nell'illustrazione dell'artista taiwanese Whooly Chen, scelta come manifesto di questa edizione.
    Ascoltare la terra è anche contribuire a valorizzare i luoghi, le tradizioni e immergersi nella magia della sua infinita diversità attraverso i racconti degli ospiti che si alterneranno sul palco. Il Festival si articola in tre intense giornate di incontri, reading, spettacoli, concerti, film e workshop che animeranno il centro storico, a partire da Piazza del Popolo e con una significativa presenza sul lungomare, dove ci sarà occasione di incontrare gli ospiti nel corso di colazioni, aperitivi e feste sulla spiaggia.
    Come in passato, anche quest'anno sui palchi dell'Ulissefest si alterneranno scrittori e artisti, fotoreporter e giornalisti, blogger, musicisti e viaggiatori di professione, confermando la trasversalità delle tematiche legate al viaggio capaci di permeare tutti gli ambiti della cultura.
    "Guerre e pandemia, in questi due anni terribili, hanno cambiato non solo il mondo dei viaggi, ma anche le nostre vite e ci hanno costretto a riflettere su quanto viaggiare sia allo stesso tempo un privilegio e un elemento fondamentale della nostra cultura. E quanto limitante sia la mancanza di questa libertà, quando ne siamo privati. Forse oggi il maggior deterrente a viaggiare è la nostra paura, eppure continuiamo a credere nei benefici del viaggio, nei contatti che sviluppiamo e nei frutti della conoscenza che raccogliamo. Nel suo diario Edgar Allan Poe, annotava quelli che a suo modo di vedere erano gli elementi più importanti per una vita felice: l'amore, la creatività, la mancanza di ambizione e, al primo posto il viaggiare" sottolineano gli organizzatori. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie