Federvini, Sos attacchi e aumenti, governo tuteli made Italy

Lollobrigida, lavoreremo per semplificazione e ridurre registri

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 01 DIC - "Il 2022 è stato un anno complesso, cominciato sotto i migliori auspici, gli avvenimenti internazionali hanno avuto un forte impatto sulle spalle dei produttori. Chiediamo l'attenzione del governo per monitorare gli aumenti che noi aziende dobbiamo affrontare e soprattutto la protezione dei nostri prodotti da attacchi indiscriminati. Il Made in Italy è simbolo di qualità ed eccellenza e deve essere tutelato e promosso al meglio all'interno delle sedi nazionali ed internazionali". Lo ha detto la presidente di Federvini Micaela Pallini aprendo la cena di gala prenatalizia che ieri sera ha visto la partecipazione, tra gli altri, del ministro dell'Agricoltura, della sovranità alimentare e foreste Francesco Lollobrigida, e dal vice presidente del Senato Gian Marco Centinaio insieme alle organizzazioni del mondo agricolo e cooperativo, oltre a un parterre de roi di produttori del comparto vini, alcolici e aceti. Un'occasione di primo contatto con l'Associazione, come ha sottolineato il ministro Lollobrigida che ha ringraziato gli imprenditori e le imprese di un settore che è, ha rimarcato, "strategico, un asset della nostra economia. Resta il vulnus della burocrazia, del carico che ci impegnamo a semplificare, ma le potenzialità del comparto sono enormi in quanto un unicum per qualità, biodiversità e produzioni certificate. Abbiamo poca cassa - ha precisato il ministro Lollobrigida - ma si può lavorare molto sulle norme per semplificare il numero dei registri e lasciare le imprese libere di lavorare e creare lavoro. L'incontro odierno apre un proficuo confronto e vuole esprimere - ha concluso Lollobrigida - un ringraziamento per quanto fatto per l'Italia". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie