In primavera la seconda missione privata sulla Stazione spaziale

Durerà 10 giorni con quattro astronauti a bordo

Redazione ANSA

Dovrebbe partire nel secondo trimestre del 2023 la seconda missione privata diretta sulla Stazione spaziale internazionale (Iss): è quanto prevede l'accordo siglato dalla Nasa con la compagnia statunitense Axiom Space, la stessa che in aprile ha condotto la prima missione privata Ax-1.

A quasi un anno di distanza, dunque, partirà anche Ax-2, che dovrebbe portare quattro astronauti a bordo della Iss per dieci giorni. L'equipaggio volerà a bordo della navetta Crew Dragon, che sarà lanciata dal Kennedy Space Center in Florida grazie al razzo Falcon 9 della SpaceX. Per il comando della missione, la Axiom ha proposto l'ex astronauta Nasa Peggy Whitson, al cui fianco potrebbe sedere l'investitore John Shoffner; restano ancora da identificare gli altri due possibili passeggeri, che saranno presumibilmente paganti come Shoffner.

I quattro candidati dovranno poi essere approvati dalla Nasa e dai partner internazionali della Iss: la decisione dovrebbe arrivare a breve, dato che l'inizio dell'addestramento è previsto per l'autunno. Stando all'accordo per la missione Ax-2, la Nasa dovrebbe fornire servizi come i rifornimenti per l'equipaggio, la consegna e lo stoccaggio di merci nello spazio e altre risorse in orbita per l'uso quotidiano. In caso di emergenza, all'equipaggio sarà garantita la possibilità di restare sulla Iss per una settimana oltre la fine prevista per la missione. L'Axiom, a sua volta, garantirà la restituzione di campioni scientifici che devono essere tenuti al freddo durante il viaggio di ritorno sulla Terra, la restituzione di un serbatoio del sistema di ricarica di azoto/ossigeno e fino a 10 ore di tempo del comandante della missione per svolgere compiti per conto della Nasa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA