Ancora un rinvio per maltempo al lancio della Crew Dragon 3

Si valuta se far rientrare la Crew 2 già da 6 mesi in orbita

Redazione ANSA

Ancora un rinvio per il lancio della Crew Dragon 3, a causa del maltempo il lancio avverrà non prima di lunedì 8 novembre ma potrebbe slittare ulteriormente. La Nasa sta infatti valutando di attendere il rientro della Crew Dragon 2 con gli astronauti, tra cui uno europeo, che hanno ormai concluso la missione di 6 mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale (Iss) e far saltare la ‘staffetta’ tra i due gruppi.

Non trova ancora fine la catena di rinvii che sta caratterizzando il lancio della terza missione operativa con equipaggio per la capsula Crew Dragon realizzata della SpaceX e che dovrebbe portare sulla Iss 4 astronauti per una missione di 6 mesi e dare il cambio all’equipaggio già in orbita. La partenza originariamente programmata per ottobre era stata prima ritardata per delle modifiche agli impianti delle ‘toilette’, poi a causa del maltempo e infine per un non ben specificato problema di salute a un membro dell’equipaggio.

Il lancio era finalmente stato fissato a queste ore ma il maltempo ha di nuovo obbligato a rivedere i piani che si trovano a complicarsi ulteriormente. I decisori della Nasa si trovano infatti nel dubbio se far tornare nel frattempo gli astronauti della Crew 2, già in orbita da 6 mesi, oppure farli restare ancora sulla Iss in attesa che arrivino i compagni della Crew 3, tra cui l’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) Matthias Maurer.

Le due cose non possono essere fatte in tempi ravvicinati perché il personale di Space X non abbastanza numeroso per seguire entrambe le missioni. Far rientrare la Crew 2, tra cui c’è anche l'astronauta francese dell'Esa Thomas Pesquet, anzitempo non sarebbe un vero problema perché sulla Iss resterebbero comunque 3 persone (come già previsto da tempo) ma non si potrebbe fare un passaggio di consegne ‘in presenza’ tra le due squadre, una procedura che semplificherebbe molto il lavoro dei nuovi arrivati.

La preoccupazione principale che spinge per il rientro ‘anticipato’ della Crew 2 è la lunga permanenza della capsula Dragon già in orbita. La navetta è certificata per voli di massimo 210 giorni, ad oggi siamo già a 196. "Si tratta di decisioni dinamiche e complesse che cambiano di giorno in giorno", ha dichiarato Steve Stich, responsabile del programma Commercial Crew della Nasa, ma la decisione finale potrebbe essere presa entro poche ore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA