Sclerosi multipla, pubblicate dall'Iss prime linee guida Sin

Documento adattato alla realtà italiana, 'grande traguardo'

Redazione ANSA ROMA

La Società Italiana di Neurologia (SIN) annuncia la pubblicazione da parte dell'ISS delle sue prime Linee Guida sulla Sclerosi multipla (SM), elaborate in questi ultimi anni da un gruppo di lavoro multidisciplinare composto da 19 specialisti, rappresentanti di 10 Società Scientifiche, e da un rappresentante della Associazione Italiana Sclerosi Multipla, con il coordinamento metodologico della Fondazione GIMBE.
   
Il Gruppo di lavoro ha coinvolto tutte le professionalità impegnate nella gestione della SM, tenendo presente, nella composizione della squadra, delle conoscenze sulla malattia dei singoli specialisti, della loro professionalità, del loro ruolo istituzionale e della possibilità di gestire gli eventuali conflitti di interesse.

    Il documento pubblicato dall'ISS si è basato sulle linee guida elaborate dal National Institute for Health and Clinical Excellence (NICE) e, per quanto riguarda la terapia, dall'European Committe for treatment and Research in Multiple Sclerosis / European Academy of Neurology (Ectrims/EAN), ma è stato interamente adattato alla realtà italiana e aggiornato in base alle più recenti pubblicazioni sull'argomento.

    "Un risultato eccellente quello della SIN raggiunto proprio in vista della Giornata della Neurologia che si celebra in tutta Italia il 22 settembre e sono molto contento del risultato ottenuto", dichiara il professor Alfredo Berardelli, Presidente della Società Italiana di Neurologia.

    "Con la pubblicazione delle linee guida sulla sclerosi multipla nel Sistema Nazionale Linee Guida, la SIN ha raggiunto un grande traguardo - dichiara Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione GIMBE - grazie all'impegno costante di tutti i componenti del gruppo di lavoro, nonostante il forte rallentamento di tutte le attività extra-assistenziali causato dalla pandemia".

    L'obiettivo finale è stato quello di uniformare sul territorio nazionale i comportamenti di coloro che si occupano di SM, fornendo indicazioni precise sulle azioni che devono essere intraprese al fine di migliorare ulteriormente l'assistenza alle persone che soffrono per tale malattia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA