Salone di New York 2019, tutti pazzi per i suv

Dominano la scena al Javitas Center di Manhattan

Redazione ANSA ROMA

Non potevano che essere i suv i protagonisti della prossima edizione del salone dell'Auto di New York che apre i battenti il 17-18 aprile alla stampa internazionale, con apertura al pubblico del Javitas Center di Manhattan dal 19 al 28 aprile. Tante le novità previste per l'auto show d'Occidente, quasi in contemporanea con un altro importante salone dell'automobile, quello di Shanghai, esattamente dalla parte opposta del globo.

 

Tra concept car, suv e auto sportive, a dettar legge - è il caso di dire - saranno i marchi a stelle e strisce. In pole position Cadillac che sarà in mostra con la nuova CT5 sedan che sostituirà la CTS e l'ATS a partire dal 2020 mentre una CT4 arriverà in un secondo momento (propulsori da 275 e 404 cv).

In tema di supercar non poteva mancare la Acura TLX PMC di cui ne sono previsti solo 360 esemplari (assemblata dallo stesso team di Performance Manufacturing Center che costruisce le supercar Acura NSX). Sportiva purosangue anche la Ford Mustang (Performance Variant) con motore da 350 cv che sarà affiancata sullo stand dell'Ovale Blu da Escape, meglio nota nel Vecchio Continente con il nome di Kuga, il suv mid-size che Ford ha svelato in anteprima in occasione del Go Further di Amsterdam ad inizio mese.

La danza dei suv che animerà gli stand del center di Manhattan conta anche il Lincoln Corsair, un suv piccolo con un motore EcoBoost 2.0 da 237 cv: la carrellata prosegue con il GLS di Mercedes, una versione tutta nuova del suv della Stella, e la Toyota Highlander, 'suvvone' giapponese con tre file di sedili.

Prodotti rigorosamente pensati per il mercato americano anche se di scena ci saranno esemplari dal carattere davvero globale.

Come il parterre di novità proposto dalla tedesca Mercedes che a New York alza il velo anche su nuova CLA A35 e sulla GLC (suv e coupé). Porsche non poteva mancare con la 911 Speedster mentre JLR sarà presente con i modelli Range Rover Sport HTS, una versione Autobiography Dynamic Edition della Velar che sviluppa una potenza di 550 cv (accanto a queste anche una versione 'ritoccata' della Jaguar XE, che perde ora la sua opzione con motore diesel V-6).

Presenti a New York anche le case coreane con la versione rinnovata della berlina G90 Genesis e il nuovo piccolo suv Venue per Hyundai mentre Kia è di scena con un concept che potrebbe avvicinarsi nello stile alle vetture più alto di gamma. Ancora parlando del Sol Levante: la giapponese Nissan è al salone a stelle e strisce con la GT-R 50h Anniversary Models mentre il marchio Subaru espone la Outback 2020 ed infine Toyota che, oltre all'Highlander, è di scena con la nuova Yaris Hatchback 2020. In vista dell'apertura del motor show alla stampa di tutto il mondo, è prevista la proclamazione della World Car 2019. Tra le finaliste Audi e-tron, Jaguar i-Pace e Volvo S60.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA