Count down per la Gai Economy Run 2019, gara per auto ibride

Al via anche le elettriche pure, controlli consumi tramite app

Redazione ANSA ROMA

Al motto di Gai-Pride, orgogliosamente al volante di auto ibride, dal cuore del capoluogo lombardo domenica 26 maggio prenderanno il via i piloti della prima Gai Economy Run del 2019, competizione automobilistica che premia chi consuma e inquina meno alla guida di una vettura ibrida. La manifestazione, che è stata lanciata nel 2014 ed è giunta al sedicesimo Gran Premio, vede quest'anno il debutto in gara delle macchine elettriche, ammesse a partecipare in una classifica speciale.

Organizzata dal Gruppo di Acquisto Ibrido, associazione di consumatori che riunisce gli acquirenti di veicoli ad alimentazione ibrida con lo scopo di ottenere forti sconti dai concessionari, la prova vede in lizza automobilisti provenienti da tutta Italia. Si tratta di una vera e propria gara automobilistica che si svolge su strade aperte al pubblico e nel rispetto del Codice della Strada. La vittoria viene assegnata non a chi arriva prima al traguardo ma chi si distingue per il minor impiego di carburante e quindi per la guida con il minor impatto ambientale. Consumi ed emissioni dei veicoli partecipanti vengono monitorati costantemente attraverso una app che comunica con la centralina di bordo. Il via è previsto alle 9 del mattino dal Campus Giuriati, del Politecnico di Milano. La carovana "green" dopo aver gareggiato per la città e dintorni rientrerà nella struttura universitaria meneghina per prendere la bandiera a scacchi, con ultimi arrivi previsti tra le 12 e le 13. Qui, saranno verificate le vetture, verranno smontati i kit di controllo Hybrid Assistant e si procederà al "rifornimento" a buffet dei concorrenti, con pranzo a cura degli studenti della scuola professionale alberghiera della Fondazione Enaip Lombardia di Busto Arsizio. Le premiazioni sono previste sempre al Politecnico, intorno alle 17, al termine di un convegno sulla mobilità sostenibile (inizio alle 15), organizzato dall'ateneo meneghino.

La scelta del capoluogo lombardo è una novità per la manifestazione, come sottolinea Luca dal Sillaro, socio fondatore del GAI Gruppo Acquisto Ibrido: "La prova è sempre stata organizzata in posti molto panoramici ma meno centrali - spiega -. Questa volta siamo nella vera sede della scienza e della tecnica, infatti il Politecnico di Milano è l'istituzione che per antonomasia si occupa di ricerche e sviluppo. Per la prima volta quest'anno seguiremo tutta la gara e le premiazioni con dirette streaming sui nostri canali social".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA