Moto: +26% immatricolazioni a ottobre, trainano gli scooter

Ancma, nuova disponibilità di prodotto conferma trend positivo

Redazione ANSA MILANO

Segnano un +26% nel mese di ottobre i dati delle immatricolazioni di ciclomotori, scooter e moto del diffusi da Confindustria Ancma, l'associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, rispetto allo stesso mese dell'anno scorso.
    Un risultato raggiunto "anche grazie alla rinnovata disponibilità di prodotto - sottolinea il presidente dell'associazione Paolo Magri - che ha permesso al mercato di esprimere finalmente tutto il suo potenziale".
    A ottobre il mercato registra 21.802 veicoli e a trainare sono gli scooter, che, per effetto della rinnovata disponibilità di mezzi, immatricolano 12.326 mezzi e segnano un incremento del 36,21%. Seguono le moto con una crescita del 17,22% e 7.938 veicoli targati. Più contenuto l'andamento dei ciclomotori, comunque in positivo del 3,29% per un totale di 1.538 veicoli registrati. Il risultato di ottobre riporta il cumulato quasi in parità rispetto all'anno precedente: la flessione sul 2021 infatti è del -0,71%, per un totale di 266.118 mezzi. Gli scooter, che scontano i parziali negativi degli ultimi otto mesi, si fermano a 130.645 mezzi targati pari ad un calo del 7,37%.
    Continuano a crescere le moto con 116.565 unità vendute e un incremento del 5,41%, mentre i ciclomotori confermano la tendenza positiva facendo registrare 18.908 mezzi pari a un +15,38%. Riprende la spinta degli elettrici dopo lo stop di agosto e settembre, complice anche la ripartenza degli incentivi statali: nel mese di ottobre fanno registrare 1.363 mezzi e un incremento del 30,81%. Nel cumulato annuo, i veicoli a trazione elettrica, che già a luglio avevano superato i volumi dello scorso anno, si approssimano al traguardo delle 15 mila unità, facendo registrare 14.236 veicoli, pari a una crescita del 56,37%. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie