Bosch, nuovo modulo electric drive per veicoli commerciali

Produzione in serie con motore elettrico e inverter integrato

Redazione ANSA MILANO

Con la consapevolezza che i veicoli commerciali rappresentano il cuore della movimentazione merci in ambito urbano, Bosch sta avviando la produzione in serie di un nuovo modulo electric drive per i veicoli commerciali leggeri, composto da un motore elettrico e da un inverter integrato.
    L'obiettivo è quello di contribuire a migliorare la qualità dell'aria e ridurre l'inquinamento acustico per i residenti.
    "Bosch - ha dichiarato Markus Heyn, membro del Board of Management di Bosch e Presidente del settore di business Mobility Solutions - sta promuovendo la mobilità elettrica anche nei veicoli commerciali. Rispetto alle precedenti, la nuova soluzione fornisce una densità di potenza e di coppia più elevata ed è ancora più leggera e compatta.
    Il motore e l'inverter pesano infatti in totale circa 80 kg e Bosch ha ridotto le perdite elettriche di oltre il 20% utilizzando nuovi semiconduttori di potenza, che consentono un livello di efficienza dell'inverter del 97%, aumentando così l'autonomia dei veicoli. Inoltre, grazie alla struttura flessibile, ora è ancora più facile integrare questa soluzione sia nei veicoli già esistenti sia in quelli nuovi.
    Questa novità farà il suo debutto con Daimler Truck, con un DC/DC converter e una centralina di controllo Bosch per la trasmissione integrati.
    La potenza massima dell'unità è di 129 kW, mentre la potenza continua è di 100 kW. La macchina sincrona a magneti permanenti può generare una coppia di picco di 430 Nm, garantendo prestazioni di guida superiori in ogni situazione, anche con veicoli di 8,5 tonnellate e in città collinari come Tokyo, Roma o San Francisco.
    Gli ingegneri Bosch hanno progettato il motore elettrico e l'inverter sulla base della tecnologia utilizzata nel segmento delle auto. In questo modo, hanno accelerato la fase di sviluppo e contribuito a ridurre i costi. Integrando la trazione elettrica nel circuito di raffreddamento ad acqua già esistente nei veicoli, non è più necessario un circuito di raffreddamento a olio. Inoltre, grazie all'elevata velocità di rotazione del motore elettrico è sufficiente una trasmissione a una sola velocità per soddisfare tutti i requisiti. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie