Volvo, auto analizzerà attenzione del guidatore

Su EX90 sarà montato sistema di rilevamento per sicurezza

Redazione ANSA MILANO

Obiettivo sicurezza in ogni momento della guida, per Volvo che punta ad un futuro senza incidenti.
Proprio per raggiungere tale traguardo, la casa svedese ha deciso di migliorare la 'capacità' dell'auto di comprendere lo stato in cui si trova il conducente, attraverso un sistema di rilevamento delle condizioni del guidatore nella dotazione di serie della EX90, che sarà presentata il 9 novembre 2022.
Questo sistema di rilevamento dell'abitacolo in tempo reale consente all'auto di 'capire' quando il conducente si trova in uno stato non ottimale per la guida, per intervenire ed evitare incidenti.
Il sistema sarà disponibile per la prima volta sulla EX90 e andrà ad aggiungersi a una serie di avanzatissimi sensori esterni. "I nostri studi - ha spiegato Emma Tivesten, Senior Technical Expert, Centro Sicurezza di Volvo Cars - dimostrano che, semplicemente osservando la direzione dello sguardo del conducente e la frequenza e la durata di abbassamento delle palpebre, è possibile capire molto sullo stato di chi sta guidando. Il sistema di rilevamento consente alle nostre automobili di riconoscere se le facoltà del conducente sono ridotte, magari a causa di sonnolenza, distrazione o altri fattori che causano disattenzione, e di offrire assistenza aggiuntiva nel modo più adatto alla situazione".
Utilizzando le sue due telecamere per cogliere i primi segnali che indicano che il conducente non è in piena forma, il sistema ne monitora i pattern visivi e misura per quanto tempo il conducente guarda la strada davanti a sé, tenendo conto delle variazioni naturali, in modo da capire quando il suo sguardo, e forse anche la sua mente, si concentrano su un punto diverso rispetto alla guida.
Analizzando questi dati, l'auto sarà in grado di intervenire in modo appropriato per aiutare il conducente quando necessario.
L'assistenza può iniziare con un semplice segnale di avvertimento che aumenta di volume in funzione della gravità della situazione. Se il conducente non reagisce ai segnali di avvertimento sempre più chiari, l'auto può arrivare a fermarsi in sicurezza a bordo strada, segnalando la situazione agli altri utenti della strada attraverso le luci di emergenza.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie