IAA Transportation, Bosch ha le soluzioni green per i camion

A seconda del settore più di un'opzione a impatto climatico zero

Redazione ANSA ROMA

  La transizione ecologica nell'ambito del trasporto di merci su strada avrà tempi e velocità diverse rispetto alle automobili con la possibilità che si arrivi alla scadenza del 2035 con il 50% delle vendite di veicoli commerciali rappresentata da modelli elettrici, a celle a combustibile o alimentati direttamente a idrogeno, ma con l'80% delle immatricolazioni nel 2025 ancora costituite da mezzi a gasolio.
    Lo ha detto oggi Markus Heyn, membro del board di Bosch e presidente del settore di business Mobility Solutions, in occasione di un suo intervento alla edizione 2022 di IAA Transportation ad Hannover, che si è aperta oggi. "L'azione per il clima sta aprendo nuove strade nel mondo del trasporto merci - ha sottolineato Heyn - e ci aspettiamo che i sistemi di propulsione alternativi determinino una crescita importante della nostra attività nel corso di questo decennio.
    Con i veicoli commerciali è però particolarmente utile un approccio neutrale dal punto di vista tecnologico. A seconda dell'applicazione, ci sarà più di un'opzione a impatto climatico zero per i sistemi di propulsione dei camion".
    In un contesto pieno di incertezze, le vendite nel settore di business Mobility Solutions di Bosch sono cresciute quest'anno - in base ai dati dei primi 8 mesi - del 6% dopo l'aggiustamento degli effetti valutari. Un quarto del fatturato del settore Mobility Solutions deriva dalla tecnologia per i veicoli commerciali, che vanno dai furgoni fino ai camion da 40 tonnellate.
    Sono 3.400 gli ingegneri Bosch che lavorano ai sistemi di propulsione da utilizzare sui mezzi commerciali e i camion del futuro. Nessun'altra azienda offre così tante opzioni di elettromobilità come Bosch e l'azienda ha già ricevuto 30 commesse per sistemi di propulsione elettrici a batteria in questo settore ed ha anche grandi progetti per le celle a combustibile. L'obiettivo è arrivare ad avere oltre 40.000 sistemi di celle a combustibile Bosch sulla strada entro il 2025.
    Per sostenere questo obiettivo, Bosch produce anche le pile stesse e sta avviando catene produttive in prossimità dei clienti, in particolare negli stabilimenti di Anderson (USA), Wuxi (Cina) e Bamberga (Germania). Le celle a combustibile non sono l'unico modo per alimentare i veicoli commerciali utilizzando l'idrogeno. Un'alternativa, infatti, è rappresentata dai motori a idrogeno. Bosch sviluppa le centraline elettroniche e la tecnologia di iniezione necessarie per questi motori e ha già acquisito un importante progetto in India. il motore a idrogeno - ricorda il colosso tedesco dell'innovazione e dei servizi - colma il divario nei sistemi di propulsione alternativi, in particolare per i veicoli pesanti da costruzione e le macchine agricole. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie