Da Xiaomi un sistema che evita d'incontrare semafori rossi

Studiato per guida autonoma migliora sicurezza e flussi traffico

Redazione ANSA ROMA

Presto in Cina potrebbero essere gli stessi impianti semaforici a dialogare con le auto dotate di guida autonoma o semi-autonoma di livello elevato, non solo per favorire con sequenze sincronizzate l'accensione del verde (e migliorare la fluidità del traffico) ma anche per reprimere le infrazioni e ottimizzare la sicurezza.
La notizia, riportata da Gasgoo.com, è legata a una serie di brevetti che sono stati depositati da Xiaomi Automobile Technology - una delle divisioni del colosso della telefonia e dell'elettronica Xiaomi - così come è stato pubblicato dall'azienda stessa nel sito internet per il mercato cinese.
Il brevetto di Xiaomi Automobile Technology è descritto come un metodo di identificazione dello stato del semaforo fra dispositivo, veicolo e supporto di memorizzazione, rientrante nella categoria della guida autonoma. Un sistema di acquisizione immagini viene collocato sul veicolo per raccogliere le immagini della situazione semaforica all'interno di un periodo temporale prestabilito. La nuova tecnologia può a questo punto determinare a bordo della vettura le informazioni sulla sequenza temporale del semaforo e migliorare efficacemente l'accuratezza dei risultati di valutazione della sequenza semaforica rispetto a ciò che può fare l'uomo. In automatico viene calcolata la velocità da impostare (sempre senza intervento umano) per incontrare solo il verde. Il risultato sono un miglioramento dell'esperienza di viaggio e una sensibile riduzione dei rischi di incidenti.
In agosto, Lei Jun - fondatore e presidente di Xiaom - aveva rivelato che il team di guida autonoma di Xiaomi è cresciuto fino a raggiungere oltre 500 dipendenti, anche per effetto dell'acquisizone di DeepMotion Tech, una società di tecnologia destinate alla guida autonoma. .
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie