Campania: Legambiente, cercasi spiagge libere: solo 33% free

Concessioni balneari 67,7% e 15% coste vietate per inquinamento

Redazione ANSA NAPOLI

(ANSA) - NAPOLI, 04 AGO - La Campania è "una regione dove trovare un posto libero dove prendere il sole liberamente e gratuitamente è sempre più difficile". Lo rende noto Legambiente,. in un comunicato. Non solo. "Una volta trovata una spiaggia libera - continua la nota - ecco che in alcuni casi sono poste vicino a foci dei fiumi, dove la balneazione è vietata".

Secondo il rapporto "Spiagge" di Legambiente, che ogni anno fotografa la situazione e i cambiamenti delle aree costiere insieme a Goletta Verde (la storica campagna dell'associazione ambientalista che monitora la qualità delle acque del mare e che farà tappa in Campania il 6 agosto) nella regione si può stimare che le sole concessioni relative agli stabilimenti ed ai campeggi superano il 67% di occupazione delle spiagge campane.

Ciò significa che solo il 33% del litorale della regione è "free".

In dettaglio sono 3.967 le concessioni demaniali marittime, di cui 916 sono per stabilimenti balneari, 137 per campeggi, circoli sportivi e complessi turistici, mentre le restanti sono distribuite su vari utilizzi. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie