Solvay: fa pace con Bluebell dopo misure per Rosignano

Meno scarichi in mare, accordo chiude campagna attivista fondo

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 06 SET - Solvay e il fondo Bluebell Capital fanno la pace dopo che il gruppo chimico belga ha annunciato un piano per ridurre lo sversamento di residui di calcare in mare nel suo stabilimento di Rosignano, in provincia di Livorno, e l'intenzione di investire nel lungo termine in un nuovo processo globale di produzione del carbonato di sodio, con l'obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 e azzerare lo scarico di residui entro il 2050.

Bluebell, che in una nota congiunta con Solvay ha espresso apprezzamento per i piani della multinazionale, ha così raggiunto un accordo per mettere fine alla campagna attivista One-Share Environmental, Social and Governance (ESG), che ha visto il fondo battagliare a titolo gratuito con Solvay per un miglioramento delle prassi ambientali a Rosignano, dove gli scarichi del gruppo belga sono all'origine delle note 'Spiagge bianche'.

"I nostri piani dimostrano l'inarrestabile ambizione della nostra squadra in direzione della neutralità carbonica e di processi più sostenibili" ha dichiaro Ilham Kadri, ceo di Solvay, che a Rosignano investirà 15 milioni di euro.

"Apprezziamo il recente costruttivo confronto con Bluebell e sono felice di aver trovato un punto d'incontro".

"La nostra principale preoccupazione era la produzione di carbonato di sodio a Rosignano e i recenti annunci di ridurre significativamente lo scarico di materiali solidi direttamente in mare e accelerare gli investimenti per reinventare il processo di produzione di carbonato di sodio con tutti i suoi benefici ambientali sono grandi passi avanti" ha dichiarato il co-fondatore di Bluebell, Giuseppe Bivona. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA